Tu sei qui

Rifondazione comunista, Università: “No ai tagli alle borse di studio”

Politica
Umbria 13/07/2018 - 18:44

Rifondazione comunista dell’Umbria apprende dagli organi di stampa e dalla presa di posizione dell’UDU che la Regione Umbria ha tagliato circa 1.200.000 euro per il bando borse di studio 2018/2019. E’ vero, le risorse nazionali sono ancora incerte e verosimilmente arriveranno in ritardo. Detto questo, però, comunque servono risorse proprie regionali per garantire le somme necessarie. Il rischio è che a pagare per i ritardi siano studenti fuori sede, pendolari, in sede. In questo senso bene ha fatto l’UDU, che sosterremo nelle iniziative che vorrà intraprendere, a bocciare il bando in sede di Commissione di Garanzia degli Studenti. Ci permettiamo di aggiungere che questa sorta di “spending review” rischia di essere davvero dannosa per l’Università degli Studi di Perugia, per la sua storia e per il suo futuro. Per questo chiediamo alla Regione Umbria di reintegrare le risorse al fine di rilanciare la nostra Università e garantire che il diritto allo studio torni ad essere un effettivo diritto di cittadinanza per tutte le studentesse e tutti gli studenti.

Rifondazione comunista dell’Umbria

Rifondazione comunista, Università: “No ai tagli alle borse di studio” | AltoTevereNotizie.it

Errore

Si è verificato un errore inatteso. Riprova più tardi, grazie.